menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sisma, ogni giorno aumentano gli sfollati in Umbria: terremotati in 24 comuni

Aumenta il numero degli sfollati in Umbria. Sono 5250 le persone (compresi gli allevatori) in un totale di 24 comuni, tra i quali anche Foligno e Spoleto, assistite in Umbria dopo il terremoto del 30 ottobre

Aumenta il numero degli sfollati in Umbria. Sono 5250 le persone (compresi gli allevatori) in un totale di 24 comuni, tra i quali anche Foligno e Spoleto, assistite in Umbria dopo il terremoto del 30 ottobre. Il dato aggiornato è fornito dal Servizio regionale di Protezione Civile.

Solidarietà: dove comprare i prodotti tipici di Norcia per aiutare le aziende e i terremotati

“Le persone che hanno trovato assistenza in alberghi ubicati fuori dall’area dell'epicentro – spiega la Protezione Civile - sono 1002; in 3469 sono alloggiati in strutture comunali e in strutture comunali ricettive locali, 769 in tenda”.

E ancora: “Sono state attivate navette quotidiane per Cascia e Norcia da tutti gli alberghi dove sono ospitate le persone provenienti dalle zone terremotate. È in via di attivazione un sistema di informazione diretta su tutte le procedure relative al dopo sisma che raggiungerà sia i cittadini che sono rimasti nelle zone di residenza sia quelli che hanno trovato collocazione in un altro luogo”.

Gli alberghi di Magione e Passignano impegnati nell'accoglienza delle popolazioni terremotate di Norcia ospitano ad oggi 292 persone. Al 3 novembre sono presenti in 251 nelle strutture ricettive del comune di Magione, mentre in 41 alloggiano presso l’hotel Il Gabbiano di Passignano sul Trasimeno. Tre gli alberghi del territorio magionese che hanno dato la propria disponibilità ad accogliere quanti, domenica 30 ottobre, sono arrivati in pullman dalle zone terremotate. In località San Feliciano, l’albergo Ali sul Lago ha dato accoglienza a 80 persone mentre, nella stessa frazione, il villaggio-albergo Le tre isole ne ospita 88. Tra questi tre neonati tra cui il più piccolo è nato il 12 agosto, cioè pochi giorni prima dell’inizio del terremoto che avrebbe distrutto prima Amatrice e poi Norcia. Presso l’hotel Le Rocce, in località Villa, tra gli 83 ospiti anche il più anziano arrivato al Trasimeno. Compirà 87 anni il prossimo 21 novembre.



Sette i bambini tra i due e i tre anni, circa cinquanta quelli in età scolare. Per loro si apre una nuova fase dell’accoglienza, quella che li vedrà frequentare le scuole dell’infanzia e primarie del territorio. Qualche problema in più per la frequenza nelle scuole secondarie, circa quindici tra ragazzi e ragazze, per i quali si dovranno scegliere istituti corrispondenti a quelli frequentati. Quattordici gli ultraottantenni e circa trenta gli anziani che hanno sui settanta anni. È Norcia la città di residenza della maggior parte degli arrivati con un piccolo gruppo proveniente da Monteleone di Spoleto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento