menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Norcia riparte, dopo il terremoto le prime riaperture: bar, caseificio e norcineria

Mentre il centro storico della cittadina rimane ancora interdetto, all’interno della zona rossa, arrivano le prime dichiarazioni di agibilità degli edifici e la ripartenza di alcune attività commerciali

La Norcia che riparte, dopo il terremoto. Si rialza, non si arrende.  Mentre il centro storico della cittadina rimane ancora interdetto, all’interno della zona rossa, arrivano le prime dichiarazioni di agibilità degli edifici e, conseguentemente, la ripartenza di alcune attività commerciali.

È il caso del Caffè Parigi, la cui sede è sul tratto esterno della storica cinta muraria nursina. Continua l’opera di verifica strutturale degli edifici da parte della Protezione Civile umbra e Vigili del Fuoco, fondamentale in queste prime fasi post sisma. “Norcia riparte anche così, con queste prime riaperture” afferma il vicesindaco Pierluigi Altavilla, sottolineando il legame e la vocazione della città rispetto al commercio, all’agricoltura ed al turismo.

Video terremoto: dentro la zona rossa

Complessivamente è il terzo bar che riapre in città, dopo il chiosco presso il centro ed il bar di Porta Ascolana, mentre nell’area industriale della città hanno avuto il via libera un caseificio ed una attività di norcineria.

Nel frattempo, per aiutare l'economia di Norcia e della Valnerina, è stata creata da un gruppo di imprenditori la Onlus "I Love Norcia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento