rotate-mobile
Cronaca Norcia

Terremoto, la speranza rifiorisce: nuovi container per gli sfollati, si accelera sulle casette

Inaugurati due nuovi container collettivi nel Comune di Norcia, uno a San Pellegrino e un altro nel capoluogo, che ospiteranno circa 70 persone, in attesa dell'arrivo delle “casette”: il punto della situazione

Risorgere dal terremoto. Inaugurati due nuovi container collettivi nel Comune di Norcia, uno a San Pellegrino e un altro nel capoluogo, che ospiteranno circa 70 persone, in attesa dell'arrivo delle “casette”. A consegnare le chiavi ai nuovi inquilini il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Quando arriviamo al momento della consegna per tutti noi è giornata di festa. Anche questo risultato l`abbiamo ottenuto con uno sforzo importante, grazie all`apporto degli uomini del Colonnello Tuzza che anche in condizioni avverse si sono prodigati nella costruzione di questi moduli”.

Rivolgendosi poi ai cittadini di San Pellegrino, il sindaco li ha ringraziati perché la comunità è divenuta esempio per tutti, menzionata anche dal Presidente del Consiglio Gentiloni, racchiuso nel gesto di solidarietà di Bruno Biagini che ha rinunciato alla sua `casetta` per donarla alla signora Cecilia Amici. Alemanno ha sottolineato poi come “la determinazione e la resistenza di restare attaccati alla vostra, nostra, terra hanno fatto la differenza: grazie a voi, che non vi siete fatti vincere da tragici eventi della natura, ci spinge nel trovare energie ed andare avanti. Questa è una situazione di transizione in attesa delle nuove casette, cui stiamo già lavorando per avviare un altro cantiere a San Pellegrino".

A Norcia è a buon punto il cantiere che ospiterà 63 casette in località Opaco e altri sono in partenza. In dirittura d`arrivo, nei prossimi giorni, la consegna delle venti `casette` di Viale XX Settembre. "Come Amministrazione continuiamo ad esservi vicini il più possibile ogni giorno - conclude Alemanno - voi aiutateci a cercare di aiutarvi”. 

Alle parole del Sindaco si aggiungono quelle del Colonnello Tuzza che ha coordinato gli uomini del Genio.“ Sin dai primi giorni di novembre siamo stati messi in condizioni ideali per lavorare bene e in serenità, grazie al Comune, Protezione Civile e alla Regione, anche per l`avvio delle pratiche burocratiche. È la settima area che consegniamo. Nelle facce dei miei uomini e donne ho visto grande energia, per poter consentire alla popolazione di superare questo momento. La nostra gratificazione più grande per il nostro operato è sapere che la popolazione è contenta”. A breve la consegna dei moduli collettivi di Frascaro e Savelli. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, la speranza rifiorisce: nuovi container per gli sfollati, si accelera sulle casette

PerugiaToday è in caricamento