menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto Umbria Marche, quel paesino di anziani (quasi) dimenticato: "C'è bisogno di viveri freschi"

L'appello della protezione civile ad alcuni cittadini che da Perugia erano partiti per portare beni di prima necessità per le popolazioni più colpite

La tragedia del terremoto che ha messo in ginocchio il Centro-Italia, non si ferma né si esaurisce purtroppo solo dopo le prime scosse; ma continua a generare dramma e destabilizzazione soprattutto per coloro che, non potendo più fare ritorno alle proprie abitazioni, sono costretti a sistemazioni provvisorie. A Uscerno, a circa 6 km dal confine con l'Umbria, i volontari della protezione civile dell'Emilia Romagna  hanno lanciato un appello per portare verdura fresca alla popolazione anziana che ha subito il terremoto e che ora si ritrova costretta a vivere in una tendopoli.

A raccogliere l'appello, alcuni dei cittadini volontari che ieri erano partiti da Perugia per consegnare una raccolta viveri fino a Colli del Tronto. Da lì, passando per Castelluccio fino alla strada che da Forca Canapine scende a Rocca Fluviale, c'è anche questo piccolo borgo, ormai quasi fantasma.

Dolore e disperazione per gli anziani che si sono visti costretti a lasciare la propri abitazioni, rese inagibili dal sisma del 24 agosto: "Sono persone che hanno bisogno di viveri freschi perchè anziani, portateci verdure, legumi, patate, qualunque cosa". Uscerno, una frazione di Montegallo, non ha più abitanti all'interno delle case (poche unità, molti anziani) e sono state sistemati circa 100 posti letto nelle tondopoli.

Tanti i paesini tra Umbria e Marche ora sfollati, dopo i nostri servizi su San Pellegrino e Castelluccio, dove nessun abitante ha potuto rientrare nella propria abitazione da quel maledetto 24 agosto, anche nel confine con le Marche tanti altri piccoli borghi, ormai inagibili e parzialmente distrutti, hanno forse bisogno di quell’attenzione mediatica-passata quasi in secondo piano,. ovviamente,dopo la drammatica conta delle vittime nei centri più colpiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento