Torna la paura a Città di Castello, forti scosse nella notte: si è risvegliata la faglia del 20 aprile

Smentite tutte le previsioni degli esperti che parlavano di fenomeno in via di normalizzazione dopo la grande paura del 20 aprile scorso. Chiuse le scuole per via di "tremori" in serie sui 3,6 gradi di magnitudo

Due scosse di media intensita, di magnitudo 3.6 e 3.3 registrate alle 2.52 e 2.53, poi altre più lievi per tutta la notte hanno interessato ancor una volta l'area di Citta' di Castello, tanto da indurre il Comune a chiudere le scuole.

"Le scosse registrate si riferiscono allo stesso distretto sismico del terremoto del 20 aprile scorso - dichiara il sindaco di Citta' di Castello Luciano Bacchetta - stesso epicentro e stessa intensità del
precedente con un primo evento di intensità 3.6 e di un secondo di 3.3. In attesa di altre informazioni, le scuole di Città di Castello oggi rimarranno chiuse". Ripartono dunque i controlli a strutture ed edifici pubblici della task force comunale e protezione civile

GENTE IN STRADA: IN POCHI TORNANO IN CASA 

CAPOLUOGO -  Il terremoto è stato sentito anche a Perugia: segnalazioni all'Osservatorio Bina e anche ai Vigili del Fuoco. Si parla di oggetti caduti - specchi e libri - per via delle scosse sprigionate dalla faglia del tifernate.

CONTINUA A TREMARE LA TERRA - La terra tra Città di Castello e Montone - considerati gli epicentri del nuovo sisma - ha continuato a tremare in maniera importante anche dopo le due forti scosse delle 2 della mattina. I sismografi hanno avuto picchi continui: magnitudo 2.7, 2.2 e 3.3 rispettivamente alle 4:59, alle 5 e alle 6:29.

SMENTITE PREVISIONI DEI TECNICI

Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), i due nuovi eventi sismici hanno avuto ipocentri compresi tra i 10,1 ed i 7,8 km di profondità. Un terremoto di superfice che è stato molto avvertito dalla popolazione anche per via dei boati della terra che hanno annunciato le scosse.

DANNI - Non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose. Ma le scuole sono state chiuse a scopo precauzionale. Otto le scosse registrate dalle 2:52 di oggi; 60 quelle uguali o superiori a magnitudo 2 verificatesi dal 20 aprile scorso nella zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SCUOLE CHIUSE IL 9 MAGGIO - Lezioni sospese anche domani a Citta' di Castello in tutte le scuole, rimaste chiuse oggi a causa delle scosse sismiche che si stanno susseguendo dalla notte scorsa. Il provvedimento e' stato preso dal sindaco, Luciano Bacchetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento