menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

scossa sismica avvertita in tutta la provincia di Perugia: epicentro Costacciaro sull'Appennino umbro-marchigiano

IL fatto è avvenuto intorno alle 16.30 e il movimento è stato avvertito in quasi tutta la provincia per via del movimento in superficie delle faglie

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita lungo la fascia appenninica intorno alle 16,31. Il terreno ha tremata una decina di secondi in un crescendo di energia. Molte le segnalazione di chi ha avvertito il sisma. Non ci sono informazioni a riguardo dell'epicentro: si attendono i rilievi dell'Istituto nazionale Ingv. Non si hanno notizie di danni provocati dalla scossa. Il nuovo evento sismico a due anni da quello di Amatrice-Norcia. 

AGGIORNAMENTO - ORE 17 - L'epicentro dell'evento sismico è stato individuato a Costacciario, piccolo comune dell'Appennino umbro-marchigiano, tra Gualdo e Gubbio. L'evento principale è stato di 3,4 di magnitudo, quindi una scosa di media portata. Ma è stata avvertita in gran parte della provincia di Perugia per via della scarsa profondità dove è avvenuto il movimento della terra: a otto chilometri. La scossa è stata avvertita anche nelle Marche a Fabriano e Sassoferrato. Ci sono state altre repliche di scarsa entità. 

AGGIORNAMENTO - ORE 17.10 - L'Ingv ha rilevato, a livello statistico, anche una scossa, sopra la soglia di attenzione di 2.0 di magnitudo, questa mattina alle 3.45. Le faglie si sono mosse intorno  ai nove chilometri di profondità. E' la dimostrazione che è in fermento l'area tra Gualdo, Gubbio e Perugia. Non ci sono danni a cose e persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento