Pasquale compie 100 anni: "Voglio tornare nella mia casa danneggiata dal terremoto"

Ha spento 100 candeline, arrivando al traguardo del secolo di vita. E l'unico desiderio di Pasquale Medici, il nonno di Poggio Primocaso, frazione di Cascia, è quello di tornare a casa

Ha spento 100 candeline, arrivando al traguardo del secolo di vita. E l'unico desiderio di Pasquale Medici, il nonno di Poggio Primocaso, frazione di Cascia, è quello di tornare a casa. Il terremoto del 30 ottobre del 2016 danneggiò il tetto della sua abitazione, costringendolo ad andarsene insieme alla famiglia.

Ma tra qualche mese, spiegano i parenti, il suo sogno diventerà realtà. Appena il tetto sarà sistemato, Pasquale, padre di cinque figli, nonno di 12 nipoti e bisnonno di 16 pronipoti, potrà tornane a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pasquale è nato il primo aprile del 1918. E anche quel giorno di cento anni fa, era Pasqua. Per questo si chiama Pasquale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

Torna su
PerugiaToday è in caricamento