Cronaca

Terremoto al largo delle Marche: scossa avvertita in tutta l'Umbria

L'epicentro nell'Adriatico, a largo di Fano, nelle Marche

Terremoto nelle Marche, avvertito anche in Umbria. Una scossa di magnitudo 5.5 lungo la costa pesarese, tra Fano e Pesaro, alle 7.07 del 9 novembre. Secondo l'Ingv l'epicentro è in mare, a 20 chilometri di profondità. 

L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha rilevato anche altre scosse, successive e di minore entità, sempre in mare, tutte tra la scosta pesarese e quella anconetana. 

VIDEO "Fuggito in macchina con due bimbi piccoli": gente in strada 

Ad Ancona, scrive AnconaTodaysono centinaia le famiglie che sono scese in strada. Non solo: anche all'ospedale regionale di Torrette dipendenti e pazienti hanno preferito sfidare il freddo piuttosto che rimanere all'interno del nosocomio.

E ancora. Al numero unico per le emergenze sono arrivate tantissime chiamate ma per fortuna, nell'Anconetano, non sembrerebbero esserci situazioni di particolare criticità. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire in un appartamento di via Angelini per una persona bloccata dentro l'ascensore. In alcune case si è staccato l'intonaco ma non ci sarebbe nessun danno particolare alla struttura.

Intanto i sindaci di Ancona, Jesi, Osimo, Loreto e Senigallia hanno avvisato la cittadinanza che per la giornata di oggi le scuole rimarranno chiuse

Il terremoto 

Un terremoto di magnitudo Ml 5.7, scrive l'Ingv,  "è stato registrato dalla Rete Sismica Nazionale alle ore 07:07 italiane di oggi, 09 novembre 2022". L’epicentro "è stato localizzato in mare ad una distanza di circa 30 km do distanza dalla Costa Marchigiana nella provincia di Pesaro Urbino". E ancora: "La città di Fano dista circa 31 km, il capoluogo Pesaro circa 35 km dall’epicentro. La profondità ipocentrale dell’evento è circa 7 km". 

Alle ore 8, specifica l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sono state localizzate, oltre all’evento principale, altre 20 scosse di magnitudo compresa tra 1.7 e 4.0. La più forte alle ore 07:12 di magnitudo Ml 4.0

Cattura-105 

Treni sospesi per qualche ora

"Dalle 11.50 è ripresa la circolazione ferroviaria sulle linee Adriatica, Ancona-Roma e Rimini-Ravenna, sospesa via precauzionale dalle ore 7.15 a seguito di una scossa di terremoto che ha interessato la zona", annuncia una nota di Rfi, Rete Ferroviaria Italiana.

La circolazione è stata riattivata "dopo i controlli previsti dalle normative di sicurezza sullo stato della linea da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS)".

Nella mattinata la circolazione ferroviaria era stata sospesa "in via precauzionale e per controlli sulla linea Adriatica, tra Rimini e Varano, sulla Ancona-Roma, tra Falconara e Jesi, e sulla Rimini-Ravenna, tra Gatteo e Cesenatico, a seguito di una scossa di terremoto che ha interessato la zona".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto al largo delle Marche: scossa avvertita in tutta l'Umbria
PerugiaToday è in caricamento