Ponte San Giovanni, "Aiuto, vuole bruciarmi vivo!": 48enne arrestato per tentato omicidio

Delirio al bar: esplode la lite, poi il 48enne cosparge di cherosene il rivale per dargli fuoco

Notte di paura e delirio a Perugia. Nella serata di domenica 18 settembre un uomo chiama il 113: “Fermatelo, mi vuole bruciare vivo!”. Le Volanti, a sirene spiegate, accorrono in un bar di Ponte San Giovanni e trovano l’uomo, un 35enne marocchino, inzuppato dal volto in giù di cherosene. “Gli agenti – spiega la polizia - lo assistono e, con tutte le cautele del caso, lo mettono in sicurezza; quindi lo portano al Pronto Soccorso ove gli viene diagnosticata una forte congiuntivite  dovuta al contatto del liquido infiammabile con gli occhi”.

Secondo le testimonianze raccolte a Ponte San Giovanni dai poliziotti “c’era stata una lite con qualche colpo violento tra lui ed un altro avventore del bar. Poi il suo rivale si era rabbiosamente allontanato”. Non finisce qui. L’uomo, spiegano ancora dalla Questura di Perugia, “era tornato poco dopo con una bottiglia piena di un liquido rossastro, lo ha affrontato, gli ha urlato qualcosa e gli ha versato addosso il combustibile pronto a dargli fuoco; l’allarme dato dai presenti lo ha fatto desistere e alla notizia che stava arrivando la polizia era fuggito”.

Gli agenti si mettono alla sua ricerca e lo identificano: è un 48enne del posto. La verifica alla banca dati mette ulteriormente in allarme i poliziotti: è un collezionista di armi. “Per entrare nella sua abitazione – prosegue la polizia di Perugia - occorre attivare le procedure di massima sicurezza; ma è collaborativo e non è necessario l’uso della forza”. Al 48enne vengono sequestrate 22 armi e tutte le munizione e viene arrestato dagli agenti. Per lui si spalancano le porte del carcere con una accusa pesantissima: tentato omicidio e lesioni. Ancora oscure le ragioni della violenta lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

Torna su
PerugiaToday è in caricamento