Tecnico morto per un malore a fine turno, addio a Renato: "Un amico fedele"

Il cordoglio del sindaco di Citerna. L'azienda lo ricorda su Facebook. Lo struggente addio della società sportiva di cui era dirigente: "Un abbraccio a moglie e figli"

Si chiamava Renato Sommariva il tecnico 53enne, morto giovedì 4 luglio per un malore in un prosciuttificio di Pistrino. L'operaio trevigiano, dopo una giornata di lavoro, dedicata all'istallazione di un macchinario, si è accasciato improvvisamente al suolo, inutili i tentativi di soccorrerlo prima dei colleghi e dei dipendenti dell'azienda umbra, poi del personale del 118.  

“Esprimo il più sentito cordoglio per la tragedia avvenuta a Pistrino, una fatalità che ha scosso tutta la nostra comunità. Siamo vicini alla famiglia dello sfortunato lavoratore, prematuramente scomparso, alla quale rivolgiamo le nostre più sentite condoglianze" è il messaggio del sindaco di Citerna, Enea Palladino. 

Struggente il saluto dell'azienda per cui Renato Sommariva lavorava, la Dimensione Elettrica di San Vendemiano: "Oggi è una giornata triste per Dimensione Elettrica - si legge sulla pagina Facebook dell'azienda - è mancato un tifoso della nostra azienda: Renato Sommariva. Lo definiamo tifoso perché nel 2016, quando abbiamo avviato la nostra avventura imprenditoriale assieme a Vf Montaggi, Renato ha capito da subito lo spirito che ci animava era quello di fare gruppo, di portare avanti anche la neonata azienda e sostenerla anche agli occhi di clienti.
Un vero padre lavorativo che cercava di aiutare i colleghi di Dimensione Elettrica e di farli primeggiare. Un gigante di umanità e disponibilità.
Ci stringiamo attorno alla sua amata famiglia a VF Montaggi e a tutti gli amici che hanno apprezzato le doti umane di Renato.
Grazie Renato!".

Altrettanto struggente il commiato della Usd San Martino Colle, di cui Sommariva era dirigente: "L’intera società Usd Sanmartinocolle, unitamente alle comunità di San Martino e di Colle Umberto, piange Renato Sommariva, prematuramente mancato alla sua famiglia nella giornata di ieri. La società è distrutta. Perde una colonna portante, un dirigente fedele, un collaboratore instancabile e un amico leale. La perdita di Renato è un duro colpo per tutti quelli che lo hanno visto impegnarsi con anima e corpo per i colori gialloviola, giorno dopo giorno. 
Il pensiero ora e a Monica, altra nostra colonna portante, e ai figli. NON VI LASCEREMO SOLI. Ora, più che mai, dimostreremo di essere più di una famiglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento