menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO L'architetto che realizzò il teatro Morlacchi, l'errore è virale

Quando l’errore è virale. È notizia di ieri: Brunello Cucinelli, industriale-mecenate, assume l’impegno di riportare il teatro Morlacchi, un po’ malandato, al suo storico splendore. Ed ecco che compare, sui media locali, il nome di tal “Lorenzin”. Lorenzin, appunto. Non Beatrice, il ministro della salute, ma l’architetto: colui che progettò il teatro cittadino. Solo che “Alessio” si chiamava di cognome (come tanti perugini) con la “ini” finale.  E non si trattava di un veneto, ma di un perugino doc. Mise mano, tra l’altro, all’Auditorium Marianum di don Francesco Spingola, al Borgo Bello.

Al suo nome è intestata una strada – via Alessio Lorenzini –  in zona Elce. Nella guida telefonica compaiono, peraltro, i nomi di alcuni suoi probabili discendenti. L’errore – in tutta evidenza – deriva da un comunicato sbagliato. E gli altri si sono limitati a ripeterlo. Senza controllare. Ricordo che collaborai per anni con Giulio Nascimbeni nella sua rubrica “Scuola di giornalismo”, sul settimanale “Sette” del “Corriere della Sera”. Giulio – che di queste cose rideva di gusto – avrebbe tirato le orecchie a qualcuno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento