menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

CONTRABBANDO ALL'UMBRA Finto 'pot-pourri' aromatizzato: vero tabacco da rollare

Ci sono voluti 4 mesi di indagine per accertare che quel "deodorante" naturale per case e uffici, in realtà per trinciato da fumare normalmente ma senza pagarci sopra le tasse. Denunciati per contrabbando due imprenditori dell'Altotevere

Prodotto venduto come 'pot-pourri' in sacchetti trasparenti da 100 grammi, di colore giallo, rosso e verde, ma in realta' tabacco frazionato che poteva essere invece fumato, come qualsiasi trinciato per gli amanti della sigaretta da rollare. Tutto questo per evadere l'accisa sui tabacchi imposta dallo Stato. E' questa la scoperta della Guardia di Finanza a seguito di un'attività investigativa, durata circa quattro mesi, che si è svolta tutta a Città di Castello, patria di quell'Altotevere culla della coltivazione e trasformazione del tabacco in Umbria. La denuncia è scattata a carico di due imprenditori dell'Alta Valle del Tevere che avevano costituito un'azienda operante nel settore del tabacco che commercializzava il prodotto venduto 'profumatore d'ambiente'. 

In alcuni casi il prodotto veniva venduto in confezioni all'ingrosso di. 5 chili, sotto forma di tabacco semilavorato aromatizzato. Con questo sistema la società poteva vendere il prodotto sottraendolo al pagamento dell'accisa e dei altre tasse. Il prodotto sequestrato era stoccato all'interno di un capannone industriale ed era pronto per essere spedito a distributori all'ingrosso nazionali e comunitari e commercianti al dettaglio di prodotti da fumo e rivendite di monopolio. L'evasione stimata è di 660mila euro. 

Dalla documentazione fiscale è stato riscontrato che un ingente quantitativo di tabacco pot-pourri era stato destinato in Romania. Complessivamente il danno per l'Erario per i diritti dovuti, costituiti dall'accisa evasa, dall'Iva e dal dazio doganale dovuto, è stato stimato in oltre 1 milione di euro. I due imprenditori sono stati segnalati all'autorità giudiziaria per il reato di contrabbando in concorso.

2 mod-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento