rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca Gubbio

Gubbio, svuotati i conti dell'anziano zio sacerdote: sotto processo la nipote

La donna faceva da perpetua e badante all'uomo. Scoperta anche una polizza di cui lei era l'unica beneficiaria

Nipote sotto processo per aver derubato l’anziano zio sacerdote al quale faceva da badante.

Una donna di 52 anni, difesa dall’avvocato Giovanni Vispi, è finita davanti al giudice con l’accusa di circonvenzione di incapace e appropriazione indebita per aver sottratto ingenti somme dal conto corrente dello zio sacerdote, presso il quale lavorava come perpetua.

Secondo l’accusa la donna avrebbe operato nel conto dell’anziano sacerdote eugubino, effettuando almeno 3 bonifici sul proprio conto per 58mila euro (nel conto però ci sono oltre 140mila euro, difficilmente spiegabili con i 400 euro al mese di stipendio) e fatto firmare al prete di oltre 90 anni, una polizza in cui risulterebbe lei come unica beneficiaria.

Ad accorgersi degli ammanchi era stato il fratello dell’imputata e l’amministratore di sostegno. Entrambi si sono costituiti parte civile tramite l’avvocato Fabio Antonioli.

L’imputata, una volta che era emersa la vicenda, avrebbe anche lasciato solo il sacerdote, fino a che era stato trasferito in una struttura religiosa per l’assistenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gubbio, svuotati i conti dell'anziano zio sacerdote: sotto processo la nipote

PerugiaToday è in caricamento