Cronaca

Aereo da turismo schiantato sulle Alpi Svizzere, la conferma del sindaco di Castiglione: "Il pilota era un nostro cittadino, soccorsi in corso"

Il primo cittadino ha confermato l'identità della presunta vittima dopo lo schianto

La conferma ufficiale è arrivata, dopo le notizie dalla Svizzera e le ricerche ancora in atto, dal sindaco di Castiglione del Lago, Matteo Burico: il pilota alla guida del piccolo aereo da turismo, prima scomparso dai radar e poi ritrovato a pezzi sulle Alpi svizzere, è un pilota del posto di 63 anni, molto conosciuto in città e padre proprio della compagna del primo cittadino del maggiore centro lacustre. Le ricerche stanno andando avanti da 24 ore per recuperare il corpo e la scatola nera: purtroppo la zona è molto ripida e innevata e si trova nella regione del Grühehorn, a circa 1700 metri di altezza. I soccorritori stanno cercando di recuperare il corpo. La prima ispezione, a causa del maltempo e della nebbia, è stata effettuata dalle autorità svizzere con dei droni per recuperare immagini dell'incidente. Non è chiaro se con lui ci fossero anche altri passeggeri. Da quanto si apprende il pilota umbro stava tornando dalla Germania in Umbria dove avrebbe fatto scalo ad Arezzo per poi tornare a Castiglione del Lago. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aereo da turismo schiantato sulle Alpi Svizzere, la conferma del sindaco di Castiglione: "Il pilota era un nostro cittadino, soccorsi in corso"
PerugiaToday è in caricamento