Cronaca

"Se non mi lasci tiro fuori la siringa": minaccia vigilante dopo furto in supermercato

Ancora lui. Cacciato da tutti i comuni dell'Umbria è tornato invece ancora una volta dopo che il 2 luglio aveva collezionato due arresto e una denuncia per furto. Nuovo arresto

Purtroppo ancora, sempre lui. Vi ricordate le straniero che il 2 luglio scorso aveva collezionato due arresti e una denuncia in 16 ore per tentato furto in appartamento e due a danno di altrettante auto? Si, proprio lui, dopo essere stato rimesso in libertà per direttissima ma con il divieto di dimora nei comuni dell’Umbria, è tornato a far parlare di sé e a farsi acciuffare dagli agenti.

Ieri, poco prima della chiusura, un sorvegliante di un supermercato lo ha notato mentre tra gli scaffali rubava alcune confezioni di profumi nascondendole nei tasconi del pantalone. Poi ha anche arraffato una maglietta. Con il bottino ha passato le casse senza spendere un soldo.

Ma a quel punto il vigilante ha deciso di bloccarlo: lo straniero per tutta risposta lo ha aggredito con pugni e calci. E non finisce qui, dopo le botte sono arrivare le minacce: “Se non mi lasci andare ti colpisco con una siringa”.

L’addetto alla sicurezza però non ha mollato la presa e nel frattempo sono arrivati gli agenti della Volante. Subito è saltato fuori il curriculum del sedicente tunisino – è clandestini e non si riesce ad accertare la sua identità per cacciarlo dal Paese – che stavolta però è finito in carcere per rapina impropria. Sarà processato ancora una volta. Il vigilante è stato medicato al Pronto Soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se non mi lasci tiro fuori la siringa": minaccia vigilante dopo furto in supermercato

PerugiaToday è in caricamento