Cronaca

Stupro in centro, il giudice fissa l'udienza per sentire le vittime del 19enne violento

Incidente probatorio in forma protetta e con l'assistenza di uno psicologo infantile. La Procura contesta quattro violenze al giovane in carcere

Il giudice per le indagini preliminari Angela Avila ha fissato l’udienza per ascoltare, in incidente probatorio, le vittime del giovane accusato di stupro (due avvenute in centro storico a Perugia e una in un centro commerciale alla periferia del capoluogo). L’udienza si svolgerà il 17 luglio prossimo, mentre per il 21 luglio sono stati convocati i periti per accertare “natura, mezzi e cause delle lesioni fisiche” individuandone anche “la durata e gli eventuali esiti permanenti”.

Il 19enne arrestato per le violenze, difeso dagli avvocati Guido Maria Rondoni e Daniela Paccoi, è accusato di aver abusato di una ragazzina, il 10 giugno scorso, in un vicolo del centro storico (la stessa sera avrebbe molestato un’amica della ragazza stuprata); un’altra accusa riguarda la violenza sessuale, sempre su una minorenne, il 12 gennaio 2020, sulla rampa di scale di un parcheggio di un centro commerciale (in questo caso la ragazzina era già stata molestata 3 anni fa quando aveva 11 anni); il 1 gennaio del 2019, infine, il giovane avrebbe abusato di una ragazza di 17 anni, sempre in un vicolo del centro storico.

Le ragazzine (i genitori di una di esse si sono affidati all’avvocato Giusi Mazziotta) saranno chiamate a raccontare le violenze subite, con l’assistenza di periti e consulenti, in forma protetta e con un esperto in psicologia infantile ad assisterle. Poi le loro dichiarazioni entreranno nel fascicolo processuale e non dovranno più ripresentarsi in aula.

Il giovane si trova in carcere a Capanne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro in centro, il giudice fissa l'udienza per sentire le vittime del 19enne violento

PerugiaToday è in caricamento