menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il professore peggio dei bulli: insulti e botte allo studente 14enne gay

L'episodio, avvenuto la settimana scorsa durante una lezione, e' stato denunciato alla polizia dai genitori dello studente. Il fatto è avvenuto in uno istituto della provincia di Perugia

Insulato, picchiato e mandato in ospedale perchè sarebbe omosessuale. Gli autori non sono i bulli coetanei ma addirittura un professore. Il fatto sarebbe avvenuto in una scuola della Provincia di Perugia e c'è una denuncia, con tanto di tre testimoni, a sostenere questo folle gesto.  L'episodio, avvenuto la settimana scorsa durante una lezione, e' stato denunciato alla polizia dai genitori dello studente vittima di offese omofobe.

La notizia è stata trovata dal Giornale dell'Umbria a firma di Umberto Maiorca: secondo il racconto dello studente umbro durante la lezione il professore, avrebbe detto: "Essere gay è una brutta malattia". Parole rivolte provocatoriamente allo studente 14enne che ha reagito verbalmente. Il professore a quel punto ha dato inizio all'aggressione con calci e pugni. I genitori lo hanno accompagnato in ospedale. 

Equality Italia ha chiesto l'intervento immediato del ministro Giannini: "E' in atto una generale campagna d'intimidazione nella scuola italiana che - osserva Mancuso - vuole ricacciare nella clandestinità studenti e insegnanti omosessuali, che vuole schedare istituti colpevoli di promuovere una cultura del rispetto delle differenze e del rifiuto delle discriminazioni. Il ministro Giannini deve svegliarsi".

Anche il presidente della Giunta Regionale Catiuscia Marini si è detta indignata e vuole approfondire il fatto: "Lunedì mattina contatterò il provveditorato degli studi dell'Umbria per fare chiarezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento