Cronaca Foligno

Rimasto senza lavoro e alloggio, si rivolge alla Polizia per dormire una notte al caldo

Lo straniero rimasto senza occupazione a causa del Covid è stato preso in carico dalla Caritas dopo l'intervento degli agenti del Commissariato di Foligno

Senza lavoro né casa, si rivolge agli agenti del Commissariato di Foligno per chiedere aiuto.

Un cittadino pakistano, rimasto senza lavoro e denaro, si è sfogato ieri con gli agenti, dicendo che a causa dello scadere del contratto di lavoro, che non gli era stato rinnovato, non aveva un posto dove passare la notte e  che mai e poi mai avrebbe commesso azioni contrarie alla legge.

Lo straniero, regolare sul territorio nazionale e titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria, ha lavorato come bracciante nel settore agricolo fino a poco tempo fa, purtroppo però la crisi, colpendo anche questo settore, lo ha privato del proprio mezzo di sostentamento.

Gli uomini del Commissariato, considerate le condizioni di forte indigenza dell’uomo e dopo aver compreso chiaramente, grazie all’aiuto di un interprete, le sue necessità, si sono adoperati per cercare una sistemazione d’urgenza tramite le organizzazioni che si occupano delle persone senza una fissa dimora.

L’uomo, quindi, dopo essere stato affidato alla locale Caritas che provvedeva a collocarlo in una struttura a loro disposizione, ha ringraziato i poliziotti per l’aiuto prestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimasto senza lavoro e alloggio, si rivolge alla Polizia per dormire una notte al caldo

PerugiaToday è in caricamento