Cronaca

Polizia ed Esercito in campo per contrastare crimine e far rispettare la zona rossa

Raddoppiano le pattuglie in servizio per l'operazione Strade sicure. La provincia di Perugia divisa in sette zone di competenza tra militari e forze dell'ordine

Polizia di Stato ed Esercito Italiano concordano un piano per intensificare il controllo del territorio mirato contrasto della microcriminalità nelle zone più a rischio e per verificare il rispetto delle misure per il contrasto alla pandemia da Covid19 alla luce delle nuove gravi criticità riscontrate e dei conseguenti provvedimenti regionali.

La rimodulazione dei servizi ha comportato l’estensione dell’impiego dei militari dell’Operazione “Strade sicure” ad alcune aree della provincia. Il nuovo piano prevede per il capoluogo oltre alla pattuglia dell’Esercito operativa a Fontivegge, l’aggiunta di un ulteriore equipaggio dedicato alla vigilanza dinamica nel centro storico dove si è registrato un aumento di furti e danneggiamenti.

Altre due pattuglie dei militari, invece, si occuperanno della vigilanza dinamica degli obiettivi sensibili in alcuni Comuni della provincia individuati nelle riunioni tecniche tenute in Questura.   

Il territorio della provincia è stato suddiviso in 7 macroaree con i controlli interforze affidati al coordinamento di funzionari di Polizia dei Commissariati e agli ufficiali dell’Arma dei Carabinieri delle Compagnie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia ed Esercito in campo per contrastare crimine e far rispettare la zona rossa

PerugiaToday è in caricamento