Rivelazione shock: "La polizia stradale non può uscire perché non ha le auto"

A intervenire il segretario generale del Silp per la Cgil dell'Umbria, Romano Riccetti, che ha fatto luce sulle gravi mancanze con cui è costretta a fare i conti la polizia stradale

La rivelazione shock arriva direttamente dal segretario generale del Silp per la Cgil dell'Umbria, Romano Riccetti, che ha così esordito dopo le parole del capo della polizia Alessandro Pansa, pronunciate pochi giorni fa a Perugia: “Oggi la polizia stradale del capoluogo non è potuta uscire perché non ci sono gli automezzi necessari al servizio”.

Il segretario generale ha inoltre aggiunto: “Un fatto gravissimo che conferma tutte le preoccupazione che la nostra organizzazione esprime da diverso tempo, incontrando però resistenze e atteggiamenti di chiusura incomprensibili rispetto a proposte, come quella dell'accorpamento delle diverse forze di polizia, che consentirebbero di razionalizzare e rilanciare l'azione delle forze dell'ordine”.

A fronte di questa situazione, il Silp per la Cgil dell'Umbria annuncia che, qualora non si ricreino subito le condizioni affinché nel servizio prestato dagli operatori di polizia della regione siano garantite appieno dignità e sicurezza, il sindacato metterà in atto tutte le forme di mobilitazione necessarie ad uscire da questa situazione insostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento