Lui vuole una relazione, lei no e comincia a perseguitarla: accusato di violenza sessuale, stalking e violazione di domicilio

La donna non voleva più saperne, lui ha provato ad entrare in casa e la perseguitava al telefono. Nei guai un 30enne

Lui vuole una storia, lei no. Lui insiste, lei scappa. Lui finisce indagato e si deve difendere dalle accuse di violenza sessuale, stalking e violazione di domicilio.

Secondo le accuse il 30enne di origini campane, difeso dall’avvocato Vittorio Lombardo, avrebbe instaurato una relazione con una donna della provincia di Perugia, di una ventina di anni più grande. O almeno così intendeva il giovane, perché la donna non avrebbe avuto intenzione di allacciare una relazione stabile.

Così il 30enne avrebbe iniziato a perseguitare la donna chiedendo di poterla incontrare. Al rifiuto di questa, si sarebbe presentato a casa, cercando di entrare con la forza nell’abitazione. Calci e spallate alla porta e alle finestre. Con la signora costretta a chiudersi nello scantinato e chiamare le forze dell’ordine. In questo caso al giovane viene contestato il reato di violazione di domicilio, con relativo processo a Spoleto.

Accuse più gravi sono quelle mosse dalla donna, in questo caso di competenza del Tribunale di Perugia, in merito allo stalking telefonico e ad una presunta violenza sessuale. Per gli episodi di persecuzione era già stato disposto il domicilio coatto in Campania e il divieto di avvicinare la donna.

Fisicamente, il giovane non si è più avvicinato, ma ha iniziato a perseguitare la signora per telefono. Decine e decine di chiamate, ogni volta con numeri di cellulare diversi, per non farsi riconoscere e poter provare a parlare alla donna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La violenza sessuale, secondo la denuncia, sarebbe avvenuta durante un incontro tra i due amanti. Lui avrebbe chiuso la donna in casa e l’avrebbe costretta ad un rapporto sessuale per poter riconquistare la libertà di uscire. L’indagine è ancora in corso e sarebbe stato disposto un incidente probatorio a luglio. La donna è assistita dall'avvocato Dario Epifani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento