rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

"Se esci di casa o ti trovo a mensa, ti uccido", condannato per stalking nei confronti del nuovo fidanzato della ex

Quattro mesi di reclusione per essere passato sotto la finestra dell'appartamento della coppia urlando minacce e insulti e per aver sputato allo studente incontrato per strada

Quattro mesi di reclusione, con pena sospesa, per un ex fidanzato geloso e molesto che, non avendo accettato la fine della relazione, aveva fatto di tutto per rendere impossibile la vita alla ex, perseguitando lei e il suo nuovo ragazzo.

Il 38enne, difeso dall’avvocato Michele Iacomi, è stato condannato per stalking nei confronti del nuovo fidanzato della ex, uno studente universitario straniero.

Secondo la Procura di Perugia, l’uomo avrebbe perseguitato il giovane, minacciandolo di “un ingiusto danno” in più occasioni.

Il 2 ottobre 2018 “transitando a bordo di uno scooter sotto la finestra dell’appartamento occupato dalla persona offesa” e dalla ex fidanzata, straniera anch’essa, lo avrebbe avvertito che “se fosse uscito di casa lo avrebbe ammazzato”.

Il giorno successivo, dopo averlo atteso nella zona universitaria, e avendolo incontrato “all’esterno della mensa universitaria”, dopo essersi avvicinato “gli scattava una foto con il cellulare, sputandogli in faccia e dicendogli quando torni a casa ti ammazzo”.

Il giudice ha inflitto, così, la condanna a 4 mesi di reclusione per il 38enne, concedendo la sospensione della pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se esci di casa o ti trovo a mensa, ti uccido", condannato per stalking nei confronti del nuovo fidanzato della ex

PerugiaToday è in caricamento