menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non accetta la fine della relazione e molesta l'ex e i genitori, arrestato giovane di Assisi

Ad agosto l'ammonimento del questore, ieri si è presentato sotto casa dell'ex compagno per un incontro chiarificatore, ma all'arrivo di una pattuglia aggredisce un poliziotto

Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato Assisi sono intervenuti a Bastia Umbra a seguito della richiesta di aiuto di segnalazione di un 43enne allarmato per la presenza del suo ex compagno, un 32enne assisano, incensurato, sotto casa dei genitori e che aveva iniziato a suonare insistentemente il campanello pretendendo l’ennesimo confronto con lui.

Secondo quanto raccontato dal 43enne, i due avevano avuto una relazione sentimentale durata quasi un anno ed interrotta proprio a seguito degli atteggiamenti aggressivi e ossessivi del suo compagno. Comportamenti molesti che erano proseguiti anche a distanza di mesi, in quanto il 32enne non riusciva a farsi una ragione della fine della loro storia.

Il giovane assisano aveva iniziato a perseguitare l'ex con continui messaggi telefonici, richieste di incontro e invio di foto a sfondo sessuale sui profili social network, tanto da costringerlo a bloccarne sistematicamente sul telefono il numero e a chiudere i profili sui social.

L’ex si presentava anche sotto casa del 43enne e sotto quella dei suoi genitori alternando messaggi dal contenuto intimidatorio ad altri dal tono affettuoso con l’intento di riallacciare la loro relazione.

Il 43enne si era rivolto al Commissariato di Assisi per richiedere la misura dell’ammonimento del Questore che, alla luce degli elementi raccolti dagli agenti di polizia, veniva emesso i primi giorni di agosto.

Nonostante il provvedimento il 32enne continuava a molestare l'ex, fino all'ultimo episodio sotto casa dei genitori del 43enne a a Bastia Umbra. All'arrivo della polizia, però, il 32enne non desisteva da suonare il campanello e poi si metteva ad inveire contro gli agenti di polizia, spitonandone uno. Ne nasceva una breve colluttazione, con lievi contusioni per uno degli agenti.

A quel punto scattava l'arresto del 32enne per stalking e resistenza a pubblico ufficiale. Arresto convalidato con la emissione della custodia in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento