Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Aspetta sotto casa il rivale con un coltello: "Non devi frequentare la mia ex fidanzata"

Un perugino di 32 anni sotto processo per stalking nei confronti di un giovane universitario e per porto abusivo di arma

Un giovane di 32 anni, difeso dall’avvocato Alessandro Vesi, è accusato di aver vilato la legge che discicplina il possesso, l’uso e il porto di armi, “per aver portato fuori dall’abitazione un coltello da cucina con 7,5 centimetri di lama” e di aver perseguitato la ex fidanzata e un giovane perugino.

Secondo l’accusa il 32enne avrebbe inviato degli “sms con i quali si diffidava il destinatario … dal proseguire la frequentazione dell’ex di lui compagna …, minacciandolo di morte e ingiuriandolo”.

Molestie e minacce attuate anche “seguendolo ripetutamente lungo la pubblica via ed affrontandolo mentre si trovava in compagnia di terzi, sempre con il medesimo fine”. Fino all’episodio avvenuto davanti all’abitazione del rivale, presso cui si presentava “armato di coltello”.

Comportamenti molesti e minatori che costringevano la persona offesa, all'epoca studente universitario e ora stimato professionista, assistita dall’avvocato Pietro Gigliotti, a causa dell’insorgere di ansia e paura, “a muoversi nei luoghi pubblici con circospezione ed interrompere qualsivoglia contatto” con la ex fidanzata dell’imputato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspetta sotto casa il rivale con un coltello: "Non devi frequentare la mia ex fidanzata"

PerugiaToday è in caricamento