Il titolare non paga e lui si vendica: dissemina di viti appuntite la strada nel giorno del matrimonio della figlia

E' stato rinviato a giudizio questa mattina dal gip Valerio D'Andria un 60enne accusato di stalking e lesioni nei confronti del titolare di una ditta per cui aveva lavorato

Stalking nei confronti del titolare di una ditta di costruzioni nel tifernate. E’ stato rinviato a giudizio con l’accusa di atti persecutori e lesioni, un uomo di 60 anni, che all’epoca dei fatti aveva avuto rapporti lavorativi con la parte offesa e tutto a causa di asseriti e mancati pagamenti da parte del titolare.  Sarebbe questa la causa che avrebbe spinto il 60enne a perseguitare l’uomo che gli aveva appaltato alcuni lavori. Nel capo d’imputazione formulato dal pm Mara Pucci, l’imputato, con insistenti richieste, ad ogni occasione di incontro avrebbe preteso di ottenere personalmente il pagamento del lavoro effettuato per conto della ditta; appostandosi nei pressi dell’abitazione dell’uomo e pedinandolo nei luoghi di lavoro.

In un altro episodio contestato dalla procura, l’imputato avrebbe disseminato la strada sterrata che porta all’abitazione del titolare della ditta di viti appuntite, e questo proprio nel giorno del matrimonio della figlia, commentando sui social le foto del ricevimento con frasi poco “appropriate”  e "costringendolo ad alterare le proprie abitudini di vita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma l'uomo, esasperato proprio a causa di quel presunto mancato pagamento del lavoro svolto, nella primavera di due anni fa lo avrebbe anche afferrato per la gola con un braccio, mentre con l'altro lo avrebbe colpito con un pugno, procurandogli lesioni giudicate guaribili in cinque giorni. L'imputato, difeso dall'avvocato Ilario Taddei, è stato rinviato a giudizio questa mattina dal gip Valerio D'Andria e per lui si aprirà un processo nel dicembre del 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento