Stalker ai domiciliari con il braccialetto, ma il dispositivo non c'è: addio libertà

L'uomo è stato arrestato ad agosto per le molestie alla ex e le continue violazioni ai provvedimenti di avvicinamento alla donna

La storia d’amore è finita e inizia, per lei, il terrore. Per lui, invece, si sono aperte le porte del carcere e non si apriranno finché non arriverà il braccialetto elettronico.

L’uomo, difeso dall’avvocato Vincenzo Bochicchio, è finito in carcere ad agosto dopo che il questore gli aveva comminato l’ammonimento e poi i divieto di avvicinarsi all’abitazione della donna. Provvedimenti che erano stati disattesi e avevano portato l’uomo agli arresti.

Nel corso dell’udienza di convalida, però, l’uomo aveva ottenuto l’attenuazione della misura negli arresti domiciliari. La sera stessa era passato più volte sotto casa della ex con l’auto e la musica alta, per far capire alla donna che la teneva d’occhio. Per la legge era evasione ed era stato arrestato.

A diversi mesi dall’arresto il difensore è riuscito ad ottenere dal giudice di nuovo gli arresti domiciliari, ma il magistrato ha ritenuto utile applicare la misura del braccialetto elettronico. Siccome si tratta di uno strumento di controllo contingentato nel numero, finché non arriverà alla Procura perugina l’arrestato non potrà uscire dal carcere. Un sospiro di sollievo per la vittima dello stalking, difesa dall’avvocato Emma Contarini.

L’uomo si è sempre difeso dicendo che non molestava la ex per motivi sentimentali, ma la sua insistenza era dovuta ad un credito per dei lavori in casa della donna da riscuotere. La rassicurazione di aver dato tutto in mano ad un avvocato per ottenere i soldi, aveva convinto il giudice a concedergli i domiciliari la prima volta.

Secondo la donna, invece, le molestie e lo stalking sono dovuti proprio alla fine della relazione. L’uomo l’avrebbe perseguitata con messaggi, appostamenti, molestie continue, tanto da indurla in uno stato di terrore ad uscire di casa, andare al lavoro. Paura che trova riscontro nei comportamenti dell’uomo, anche di fronte a provvedimenti restrittivi dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento