rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Curi e lavori di riqualificazione, sì al nuovo piano pubblico: gli interventi. Centrodestra e Pd votano insieme

Michele Nannarone (FdI) ha ribadito che l’attenzione dell’amministrazione per lo stadio non è mai mancata: tutti gli interventi

E' passata con i voti della maggioranza di centrodestra e del Pd la variante urgente al bilancio per poter finanziare, tramite un mutuo, i lavori per il vecchio stadio Curi. Solo i civici di sinistra e il Movimento 5 Stelle hanno invece votato contro l'atto della Giunta comunale.  La proposta dell'assessore allo sport Clara Pastorelli è stata formalizzata sulla base di un progetto definitivo che riguarda: l’adeguamento statico-sismico delle tribune Est e Ovest e della Curva Sud dello stadio Curi e la riqualificazione del campo da gioco e dei servizi igienici per il pubblico e viene inserito nel programma triennale dei lavori pubblici 2023-2025.

Costi previsti intorno ai 5milioni 300mila euro. L’assessore al bilancio Cristina Bertinelli ha spiegato che il motivo di urgenza che ha portato la giunta a deliberare la variazione era legato alla necessità di partecipare al bando “Sport Missione Comune” dell’Istituto per il credito sportivo che consente al Comune di contrarre indebitamento con un contributo in conto interessi. A seconda della data di presentazione, si potevano ottenere differenti livelli di beneficio. Il Comune ha quindi presentato domanda entro il 30 settembre per ottenere un contributo in conto interessi totale per mutui della durata di 15 anni.

IL DIBATTITO - Francesco Zuccherini (Pd), pur ribadendo sostegno alla pratica da parte del suo gruppo, ha espresso alcune valutazioni sul percorso di riqualificazione dello stadio. "Si tratta – ha detto - di un bene del patrimonio immobiliare comunale collocato in una fascia, quella del percorso verde di Pian di Massiano, che da sempre richiede un’attenzione particolare. Intervenire sullo stadio significa incidere su un’area definita “polmone verde della città” e bene comune di tutti i cittadini. A fronte di qualunque progetto presentato da privati per lo stadio, dunque, è certo necessaria un’attenta valutazione in merito alla sostenibilità finanziaria, economica, sociale e ambientale". Zuccherini ha detto che il problema è che si è arrivati tardi per aderire a un bando “a sportello” e c’è solo da auspicare che l’operazione vada a buon fine.

Secondo Francesca Tizi (M5s) la costruzione del nuovo impianto era uno dei principali obiettivi di mandato: "si tratta dunque dell’ennesima opera non compiuta; c’è solo da auspicare che i tifosi vedano presto i lavori finiti". Mentre Michele Nannarone (FdI) ha ribadito che l’attenzione dell’amministrazione per lo stadio non è mai mancata. A riprova il consigliere ha elencato i numerosi interventi effettuati per tenere conto dell’evoluzione normativa e costati centinaia di migliaia di euro (tornelli, prefiltraggio, recinzione del catino di gioco, potenziamento dell’illuminazione, telecamere di sicurezza, rifacimento della copertura della tribuna e sala stampa, ecc.). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curi e lavori di riqualificazione, sì al nuovo piano pubblico: gli interventi. Centrodestra e Pd votano insieme

PerugiaToday è in caricamento