menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non paga le quote condominiali, l'amministratore stacca l'antenna centralizzata all'inquilino moroso

Il proprietario dell'appartamento denuncia il gestore del condominio, ma finisce indagato per calunnia

Il condomino non paga le quote e l’amministratore gli stacca il collegamento all’antenna del palazzo. E scattano le denunce.

La vicenda nasce a seguito delle divisioni millesimali per le spese condominiali. Uno dei proprietari d’appartamento nel palazzo contesta le scelte dell’assemblea e decide di non pagare quanto di sua spettanza.

Anzi, impugna le decisioni e inizia una battaglia legale contro i condomini e l’amministratore del palazzo. Un intrigo di cause civili, decreti ingiuntivi, opposizioni, contro citazioni nel quale il condomino è sempre perdente, ma inadempiente nei confronti del condominio.

In esecuzione di un decreto ingiuntivo non onorato l’amministratore del condominio effettua il distacco dall’impianto televisivo centralizzato. Il proprietario moroso parte all’attacco e denuncia l’amministratore per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose.

La Procura svolge le indagini e conclude per la richiesta di archiviazione a carico dell’amministratore, difeso dall’avvocato Lorena Ciuffoli, aprendo un fascicolo a carico dell’uomo per calunnia. E di quell’accusa dovrà rispondere davanti al giudice per l’udienza preliminare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento