E' caccia a 5 professionisti delle rapine in villa: assalto all'ora di cena armi in pugno

Rapina in villa nello spoletino: indaga la polizia. Una famiglia in balia dei rapinatori

La Squadra Mobile e gli agenti del commissariato di Spoleto da ieri notte hanno iniziato a dare la caccia ad un commando di rapinatori che venerdì sera hanno fatto irruzione in una villa a Spoleto dove hanno bloccato e minacciata una famiglia. I malviventi sono riusciti a farsi aprire la cassaforte dove c'erano banconote e preziosi. Il bottino è ancora in via di quantificazione ma da ambienti della polizia è trapelato che la cifra sarebbe importante. 

Molto probabilmente la banda - formata da stranieri secondo i testimoni che ne hanno ascoltato i brevi dialoghi durante la rapina - era proveniente da fuori regione ma poteva contattare su un basista del luogo che ben conosceva le abitudini, le ricchezze presenti in casa - primo obiettivo la cassa-forte e poi si sono dedicati alla razzia nelle varie stanze - e i movimenti della famiglia benestante. Il commando alle 21, appena rientrato il capofamiglia, è entrato in azione: 5 componenti con il volto travisato da un passamontagna e armati alcuni di pistola e altri con spranghe. 

L'azione è durata non più di 15 minuti e poi la banda si è data alla fuga senza commette nessuna violenza. Gli inqurienti sospetano di un allontanamento in direzione Roma, I posti di blocco sono stati programmati da ieri notte sulle strade principali: Foligno, Spoleto, Terni e Narni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento