Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Botte e insulti tutti i giorni: lei chiede aiuto e lui viene sbattuto fuori di casa, con tanto di braccialetto elettronico

Il fatto è accaduto in piena emergenza sanitaria Covid. L'intervento della Polizia a Spoleto

Nel pieno periodo delle festività di Pasqua gli investigatori della Squadra Anticrimine del Commissariato di Spoleto supportati dagli agenti della Squadra Volante, hanno eseguito un allontanamento dalla casa famigliare, con tanto di divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla "vittima", ovvero l'ex compagna, nei confonti di uno spoletino di 50 anni. All'uomo, per evitate il peggio e sorvegliarlo in ogni suo movimento, è stato imposto un braccialetto elettronico.

Gli agenti e la Procura sono entrati in campo dopo le ripetute richieste di aiuto per le continue violenze e soprusi a cui era costretta una giovane donna da parte del suo ex marito il quale, proprio a causa dell’emergenza scaturita a seguito della diffusione epidemica , aveva preteso e ci era risciuto di tornare a vivere nella casa famigliare. L’attività di indagine ha permesso di ricostruire una situazione esplosiva: botte, minacce ed ingiurie continue. Una volta allontanato da casa all'uomo è stato trovato un alloggio in una struttura ricettiva non avendo un’altra abitazione dove vivere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e insulti tutti i giorni: lei chiede aiuto e lui viene sbattuto fuori di casa, con tanto di braccialetto elettronico

PerugiaToday è in caricamento