Pugno in pieno volto durante la partita: calciatore in ospedale, Carabinieri in campo

E' accaduto durante gli ultimi minuti dell'incontro tra Superga 48-Bevagna a Spoleto

L'arbitro stava per fischiare la fine dato che si era intorno al 90esimo minuto di gioco. Il punteggio era fermo sull'1 a 1 tra il Superga 48 e il Bevagna. In pochi secondi si è passati però dalla cronaca sportiva a quella "nera". Per cause ancora da accertare, un 26enne calciatore del Bevagna ha sferrato un pugno in pieno volto ad un suo "collega" spoletino. Quest'ultimo è finito ko e a causa delle ferite riportate è stato portato in Ospedale a Spoleto.

Gli animi si sono incendiati in tribuna e in campo e si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri. Il giovane è stato identificato e ora rischia, qualora le accuse venissero confermate, oltre che una pesante squalifica da parte della Federazione, anche un doppio procedimento penale e civile per la violenza perpetrata. Il dirigente spoletino del Superga 48, Massimiliano Capitani ha definito l'aggressione "un gesto indifendibile" ed ha ammesso che "anche i dirigenti del Bevagna hanno preso le distanze dal camportamento del giocatore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento