menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botte e minacce ai genitori e alla nonna centenaria da un anno: figlio da incubo

Dopo tanta violenza fisica e psicologica la famiglia si è rivolta ai Carabinieri:ol 43enne portato in carcere dai carabinieri

La nonna centenaria chiusa per tutto il giorno nella sua camera, gli anziani genitori tasformati in schiavi e picchiati quando provavano a ribellarsi ai suoi voleri. Il figlio aguzzino, 43enne, con precedenti per droga, che si era impossessato dei loro beni, della loro casa ed era disposto a tutto pur di continuare a tenerli soggiocati. Una dittatura familiare che andava avanti da almeno un anno- 

Solo la decisione di denunciare il tutto alla Procura della Repubblica di Spoleto ha permesso che fosse fatta luce sulle angherie che il pregiudicato spoletino avrebbe, in modo sistematico, consumato nei confronti dei suoi familiari: costringendo i genitori a provvedere alle sue esigenze di vita e alla nonna a vivere barricata nella sua camera da letto nel timore di possibili aggressioni.

Ad eseguire la misura sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Spoleto che, coordinati dal Sostituto Procuratore Elisa Iacone, si sono portati presso l’abitazione dell’uomo per dare esecuzione ad un provvedimento Giudice per le Indagini Preliminari che ne disponeva la custodia in carcere. Per l’arrestato, che dovrà rispondere delle ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e furto aggravato, si sono quindi aperte le porte del carcere di Maiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento