Cronaca

Spese pazze al Consiglio regionale dell'Umbria: c'è un altro indagato

Notificato l'avviso di conclusione indagini anche all'ex capogruppo dell'Ud Sandra Monacelli

L'ipotesi di reato con cui la procura ha chiuso le indagini anche per l'ex capogruppo dell'Ud, Sandra Monacelli, è quella di truffa e peculato. La stessa che ha coinvolto anche il segretario regionale di Fratelli d'Italia, Franco Zaffini, Roberto Carpinelli, e altri ex consiglieri regionali in merito a presunte spese spazze in Regione. Il periodo preso in esame è quello che del 2011-2012, ovvero la vecchia legislatura. All'ex capogruppo Ud vengono contestati dalla procura (pm Paolo Abritti) spese elettorali "poco chiare"e che sarebbero relative - come scrive Il Messaggero - alle fatture per le elezioni comunali di Todi e Valtopina. La posizione è ancora tutta da chiarire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese pazze al Consiglio regionale dell'Umbria: c'è un altro indagato

PerugiaToday è in caricamento