Cronaca

Da Roma verso Perugia con l'eroina nel retto: pena esemplare per il pusher

Il condannato non potrà neanche fruire della sospensione condizionale della pena né degli altri benefici previsti dalle norme penali, a causa dei suoi numerosi precedenti

Era stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile, diretti da Marco Chiacchiera e coordinati da Piero Corona, nella notte tra martedì e mercoledì scorsi, trovato su un treno proveniente da Roma e diretto a Perugia con due ovuli di “eroina” destinati allo spaccio al dettaglio in città: a condurre l’operazione, l’Ispettore Capo Rita Ficarra, capo della Sezione “Antidroga” ed il suo staff investigativo.

Immediato il processo per Tajec Walid, questo il nome del venticinquenne,  che si è concluso con una pena esemplare. L’uomo è stato condannato a 3 anni e 2 mesi di carcere e ben sei mila euro di multa. Il condannato non potrà neanche fruire della sospensione condizionale della pena né degli altri benefici previsti dalle norme penali, a causa dei suoi numerosi precedenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Roma verso Perugia con l'eroina nel retto: pena esemplare per il pusher

PerugiaToday è in caricamento