Sparatoria a Ponte Felcino, ladro ucciso mentre scappa. Indagati carabinieri e guardia giurata. L'autopsia non scioglie i dubbi

Non è ancora chiaro da quale arma sia partito il colpo che ha raggiunto uno dei ladri in fuga, trovato morto all'interno della Audi Avant A6 ieri mattina in via Radiosa a Ponte Felcino

Non è ancora chiaro da quale arma sia partito il colpo che ha raggiunto uno dei ladri in fuga, trovato morto all'interno della Audi Avant A6 ieri mattina in via Radiosa a Ponte Felcino. L'esame autopstico è stato effettuato dal medico legale Sergio Scalise Pantuso, ma serviranno ulteriori accertamenti balistici per capire a chi appartenga il proiettile che ha colpito Eduart Kozi, 50enne albanese, uno dei componenti della banda che ha assaltato la tabaccheria di via Messina, facendo scattare l'allarme.

Sparatoria a Ponte Felcino, identificato il bandito ucciso durante la fuga. Il punto sulle indagini

Sul posto sono intervenuti carabinieri e vigilantes, quest'ultima auto, secondo quanto ricostruito, è stata anche speronata dai banditi in fuga a cui è stato intimato di fermarsi. A quel punto gli spari per cercare di bloccare l'Audi contenente anche la refurtiva prelevata dall'esercizio commerciale quella stessa notte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sparatoria a Ponte Felcino, trovato morto con il passamontagna e un colpo in testa

Intanto è stato aperto un fasciolo d'inchiesta da parte della procura a carico di tre persone, due carabinieri e un vigilantes che hanno cercato di fermare la fuga della banda, ma l'esame dell'autopsia ancora non è riuscita a sciogliere alcuni nodi. Sono vari i colpi sparati (una decina) nel tentativo di far desistere i fuggitivi dallo scappare, ma solo uno ha raggiunto la vittima, trovato esamine ancora in auto, con il passamontagna in testa, gli arnesi da scasso utilizzati per il furto e le stecche di sigarette prelevate dal negozio di tabacchi in via Messina. Sono ancora in corso le ricerche degli altri autori del furto. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Nicola Di Mario e Alessandro Vesi. Oggi sono iniziati gli interrogatori in procura. 

Sparatoria a Ponte Felcino, carabinieri e guardia giurata indagati. Salvini: Meritano un premio, non il processo
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento