menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sparatoria del Broletto, una targa per ricordare Daniela e Margherita: messaggio della Boldrini

La Regione dell'Umbria, con i suoi dipendenti e dirigenti, si è fermata. Con lei idealmente anche Perugia. Una targa per ricordare le vittime del Broletto. Ha inviato un messaggio la Presidente della Camera anche per "tutelare" chi lavora nella macchina pubblica

E' passato un anno. Il dolore invece resta ed è sempre fortissimo. Famigliari e colleghi sperano che anche il ricordo di quel martirio possa rimanere ed essere di esempio per tutti. Daniela Crispolti e Margherita Peccati - uccise a colpi di pistola da un "pazzo" nella sparatoria del Broletto negli uffici regionali - rivrivranno in quella targa che è stata infissa all'ingresso del palazzo che ospita la Regione dell'Umbria: "in ricordo – è detto nell’epigrafe – di Margherita e Daniela barbaramente uccise sul luogo di lavoro”.  Alla targa per commemorare le due dipendenti si aggiunge un “Premio alla Memoria di Daniela Crispolti e Margherita Peccati”, che la giunta regionale – come ha ricordato la presidente Marini – ha voluto istituire, e il cui bando, riservato a laureati  dell’Ateneo perugino e dell’Università Italiana per Stranieri di Perugia, che abbiano discusso una tesi sulle principali tematiche riguardanti la Pubblica Amministrazione, sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Ci doveva essere la Presidente della Camera Laura Boldrini nel giorno del ricordo ma impegni istituzionali hanno portato la terza carica dello Stato lontano da Perugia. Ma il suo messaggio è stato letto dalla Presidente della Giunta Regionale Catiuscia Marini. Presenti anche i famigliari delle due vittime che come sempre sono rimasti lontani dal dolore e dalla retorica di questi momenti.

Ha così scritto la Boldrini rivolgendosi soprattutto a chi lavoro nel settore pubblico: "Da alcuni anni stiamo assistendo purtroppo a una campagna di denigrazione di tutto ciò che è pubblico, di tutte le istituzioni come tali e che ha finito per coinvolgere gli stessi lavoratori. Intendiamoci: c'è chi nel mondo politico e istituzionale  ha messo in atto comportamenti gravi di corruzione, di sperpero del denaro pubblico, di carrierismo spregiudicato, che hanno fornito alimento a quella campagna di denigrazione. Ma nel pubblico - osserva ancora Boldrini - non c'è solo chi sperpera o distoglie risorse dal bene comune. C'è anche chi lavora con onestà e professionalità, come Daniela e Margherita. Chi si adopera con dedizione per contribuire a far funzionare le istituzioni, che appartengono a noi tutti, e porsi con il loro lavoro al servizio del cittadino". 

2014-03-06 16.52.49-2

PRESIDENTE MARINI - "A Daniela e Margherita va oggi il nostro ricordo. E nel ricordo - ha aggiunto - è nostro dovere sottolineare che questo Paese ce la fara' solo se restituiamo fiducia, forza, credibilità, efficacia ed efficienza alle nostre Istituzioni: compito della politica, ma anche di ogni cittadino, compresi i lavoratori dell'informazione".

CARDINALE BASSETT I- "Margherita e Daniela rappresentano tante donne e uomini che ogni giorno, lavorando nella pubblica amministrazione, cercano di dare risposte ai problemi dell'intera comunità. A questa categoria di persone silenziose, che lavorano per il bene comune, credo che dobbiamo tutti guardare con maggiore rispetto e riconoscenza, cercando di comprendere anche il contesto generale non certamente facile nel quale essere sono chiamate ad operare"

IL SINDACO - Boccali ha voluto ricordare le due vittime del Broletto a nome di tutti i perugini: "A un anno di distanza dalla tragedia di Daniela Crispolti e Margherita Peccati, uccise mentre facevano il loro lavoro negli uffici regionali, rinnovo a nome dei perugini il dolore e la vicinanza alle loro famiglie. Abbiamo il dovere - prosegue Boccali - di ricordare queste due donne anche affinche' episodi come quello che insanguinò il Broletto un anno fa non debbano più ripetersi. Oltre che alle famiglie di Daniela e Margherita il nostro pensiero deve andare ai tanti lavoratori e lavoratrici che si impegnano ogni giorno per far funzionare le istituzioni pubbliche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento