menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Dentix, la rabbia dei clienti: "Un finanziamento da 10mila euro e ora resto senza cure"

"Facevano la pubblicità in tv, mi fidavo": tanti i clienti che non riescono a mettersi in contatto con le sedi della catena di cliniche nata in Spagna. Il fondatore: "Mai abbandonato i pazienti"

"Facevano la pubblicità in tv tutti i giorni e hanno tante sedi in tutta Italia, così mi sono fidato". Inizia così il racconto di un 76enne umbro, tra i tanti clienti che sono preoccupati per il caso Dentix, catena di cliniche dentali nata in Spagna e con diverse sedi sparse in tutta Italia. E proprio sulla 'casa madre' iberica in questi giorni ha puntato il dito la Federconsumatori, secondo cui l'azienda "ha fatto richiesta in tribunale di istanza pre-fallimentare". 

Alla sede di Perugia si era rivolto a ottobre il signor Nazauro Antonio, che come altri pazienti dopo l'emergenza coronavirus ha provato a ricontattare più volte l'ambulatorio in cui aveva iniziato a curarsi ma senza risultato, con la paura ora di aver perso i soldi versati in acconto per un lavoro che non è stato portato a termine e di non riuscire a risolvere il problema per cui si era rivolto a un dentista. "Risponde sempre la segreteria - racconta -. Ho provato anche a chiamare le sedi di Foligno e Terni o il centralino nazionale ma non ho mai avuto risposta". Eppure all'inizio tutto sembrava normale: "A ottobre mi hanno chiesto di pagare tutto in anticipo per poter avere un prezzo migliore e ho sborsato circa 1.600 euro per una protesi all'arcata superiore. Fino a dicembre andava tutto bene, mi hanno estratto tre denti e preparato una protesi provvisoria ma a dicembre sono iniziati i problemi. Con l'anno nuovo infatti hanno iniziato a rimandare continuamente gli appuntamenti, dicendo che erano pieni e poi dopo l'emergenza coronavirus sono spariti".

Coronavirus, le 5 regole da seguire una volta arrivati dal dentista

Nella sua sitazione sono tantissimi pazienti in tutta Italia: "Faccio parte di queglii ignari pazienti che per le cure odontoiatriche hanno preso un finanziamento, nel mio caso di 10mila euro, e che ad oggi si ritrova a pagare per cure lasciate a metà o non eseguite" racconta Cristiano, anche lui umbro. "In questo periodo il nostro call center è stato sempre attivo - si legge però sul sito italiano della società - abbiamo avuto un picco di chiamate ricevute molto alto che ha generato delle lunghe code di attesa. Il silenzio operativo è stato con il fine di consentire, con tutte le nostre forze, un possibile piano di riapertura delle cliniche Dentix. Abbiamo vissuto, e stiamo vivendo, un momento storico ed aziendale veramente complicato e critico".

Difficoltà che proseguendo nel comunicato, una specie di 'lettera' ai clienti firmata dal fondatore dell'azienda Angel Lorenzo Muriel - non sembrerebbero esclusivamente legati al coronavirus e alle nuove normative anti-contagio: "Stiamo valutando attentamente cosa è meglio fare, avendo quali principali punti di riferimento da tutelare dipendenti e pazienti. Ci stiamo adoperando per garantire le urgenze e ripristinare le cure a cui avete diritto fin dal momento in cui vi siete affidati a noi. Non possiamo negare la realtà. Non possiamo ignorarla. Stiamo lavorando giorno per giorno, ora per ora, per studiare qualsiasi soluzione possa garantire un percorso di continuità a Dentix. Per proteggere le vostre urgenze e pianificare un percorso di ritorno alla normalità".

Infine una sorta di promessa: "Se in questo momento ha un trattamento in corso, la informiamo che l’attenzione verso i pazienti non si modificherà, quando l’azienda avrà modo di aprire gli ambulatori continueremo i suoi trattamenti con la stessa qualità e lo stesso servizio che abbiamo sempre offerto. Dentix è stata fondata 10 anni fa e in nessun momento abbiamo abbandonato alcun paziente. Nostro obiettivo rimane sempre la soddisfazione dei pazienti. Faremo tutto quanto possibile e vi comunicheremo al più presto istruzioni operative. Ringraziandovi per la comprensione e la pazienza - conclude la nota - porgiamo i nostri migliori saluti".

dentix-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Attualità

Coronavirus, Vaccine Day in Umbria: 5.387 dosi somministrate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento