Spaccio di droga in modalità pit stop: accade la sera nella zona pedonale di corso Cavour

Spacciatori all'interno di un locale con distributori automatici, attendono l'arrivo dell'auto e scambiano dosi per denaro. Spaccati i vetri di due vetture che impedivano lo smercio

Le auto parcheggiate nella zona pedonale di corso Cavour danno fastidio perché oscurano le vetrine e perché, onestamente, deturpano la splendida vista della chiesa di Sant’Ercolano; ma da qualche settimana danno fastidio anche agli spacciatori che trovano riparo all’interno del locale dei distributori automatici.

La prova da due episodi raccontati uno dai residenti, l’altro dalle spaccate a danno di due autovetture.

Il primo: da quando il pilomat che chiude viale Indipendenza è rotto (oltre due mesi) il via vai di auto è continuo, con tanto di sosta abusiva che toglie posti auto ai residenti (spesso costretti a parcheggiare anche nella zona pedonale, che comunque non è vietata al transito dei residenti stessi). Nel corso delle ultime notti, però, gli stessi residenti e qualche passante, assiste ad un curioso incontro: l’auto dei clienti arriva fin davanti al locale dei distributori automatici, il conducente abbassa il finestrino, lo spacciatore si avvicina, consegna la dose e prende i soldi. L’automobilista fa manovra e va via. Lo spacciatore torna al riparo all’interno del locale.

Il secondo: un mese fa sono state tagliate le ruote a due auto che erano in sosta proprio davanti al posto preferito dagli spacciatori. La scorsa notte sono stati infranti i finestrini di due auto che erano parcheggiate in modo da impedire il rifornimento di droga con il pit stop. Episodi di vandalismo o furto che non si erano mai verificati nella zona.

La settimana scorsa i Carabinieri hanno effettuato un blitz proprio cercando di colpire il gruppo di spacciatori che opera tra i giardinetti dei Tre archi e la fontana vicino a Sant’Ercolano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento