menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altro che pallett, è un "pacco": i clienti pagavano, loro si intascavano i soldi: in cinque rischiano il processo per truffa

Associazione finalizzata alla truffa: per cinque imputati è stato chiesto il rinvio a giudizio. I clienti, dopo aver pagato, avrebbero ricevuto il "pacco" dalla società

Pallett a prezzi altamente concorrenziali, ma mai consegnata ai clienti. E' questa l'accusa che la procura di Perugia ha mosso a cinque imputati per associazione finalizzata alla truffa ai danni di ignari clienti a che avrebbero pagato per l'acquisto, senza ricevere il prodotto in cambio. Il pm Claudio Cicchella ha chiesto per tutti il rinvio a giudizio, ma l'udienza dinanzi al gup è stata rinviata per la richiesta di accedere al rito abbreviato per uno degli imputati e per un difetto di notifica. L'udienza è stata nuovamente fissata al prossimo 29 maggio.

Secondo le carte dell'accusa, al centro della truffa ci sarebbe stato un promotore, costiuitore e organizzatore dell'associazione, che avrebbe reperito una  società quale persona giuridica da utilizzare per le truffe, insieme ai sodali avrebbe costituito un sito internet per la vendita del pallet a prezzi molto favorevoli per il mercato, ma il sodalizio avrebbe avuto ruoli ben distinti.

Ci sarebbe stato infatti chi intratteneva i rapporti con i clienti, chi il ruolo di ammistratore - prestanome, chi invece si occupava dell'apertura dei conti correnti per far confluire le somme e chi, infine, nell'adoperarsi affinchè la società venditrice sembrasse affidabile agli occhi dei possibili acquirenti della merce.Sono almeno dieci le persone offese:  in un caso si sarebbero fatti versare sul conto quasi trecento euro per il pallet, ma senza consegnarlo al diretto interessato, in un altro ancora, ben 616 euro e così via, fino ad arrivare ad una cospicua somma, frutto delle vendite mai effettuate ai danni dei clienti. I fatti contestati, a Perugia, sarebbero stati portati avanti fino ad aprile del 2016. Ora gli imputati rischiano un processo per truffa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento