menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falco ferito da fucilata, soccorso in aereo: trasportato in volo dal veterinario

Il racconto del salvataggio del falco, portato a Castiglione del Lago

Salvate il soldato Falco, Falco Lodolaio. Così scatta il soccorso in aereo e il volo verso il veterinario. Una bellissima storia, definita dai protagonisti "un perfetto connubio tra volatili". 

Tutto accade nel pomeriggio di mercoledì, nei campi limitrofi all’Avio Club San Terenziano. Qui è stato trovato a terra un falco Lodolaio ferito dalla fucilata di un cacciatore. I soccorsi sono scattati immediatamente. Una corsa contro il tempo, per salvargli la vita.

"Il Presidente dell'Avio Club, Elia Leonardi - raccontano i salvatori - , hanno subito chiamato il centro di recupero rapaci di Castiglione del Lago". Come fosse un soldato ferito sul campo di battaglia, il falco è stato aviotrasportato al riparo dal fuoco nemico.

E poi il volo: "A bordo di un velivolo ultraleggero pilotato da Giordano Venturi, il rapace è stato subito trasferito dall’aviosuperficie di San Terenziano all’aviosuperficie di Castiglione del Lago, situata all’interno dell’Aeroporto Eleuteri dove ha sede anche il centro recupero rapaci gestito dalla Lipu".

Il veterinario del centro, il dottor Massimo Balducci lo ha subito sottoposto alle prime cure. Lo splendido esemplare di falco Lodolaio, seppure ferito ad un ala, secondo gli specialisti del centro, con buone probabilità presto tornerà a volare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento