Cronaca

Manomettono le slot dei bar e incassano oltre duemila euro: due denunce

Le indagini dei carabinieri di San Giovanni Valdarno hanno consentito di rintracciare i presunti responsabili. Si tratta di due uomini residenti in Umbria

Sono entrambi residenti in Umbria i due uomini denunciati per furto aggravato e continuato, rintracciati dai carabinieri di San Giovanni Valdarno (Toscana) dopo un’indagine scattata a seguito della segnalazione del titolare di una sala slot. L’esercente aveva infatti notato strani movimenti nel locale. Anche le vincite sarebbero state anomale. “Una successiva verifica elettronica - spiegano i militari - paragonando il numero delle giocate a fronte dei soldi effettivamente riscossi, ha fugato ogni dubbio sui mancati incassi”. Così il titolare della sala slot si è rivolto ai carabinieri ai quali ha consegnato anche i filmati delle telecamere di videosorveglianza I militari dell’Arma hanno così scoperto che i due, grazie ad un piccolo manufatto in metallo, erano riusciti a “vincere” circa 2.500 euro alle slot machine.

Come? La coppia aveva realizzato artigianalmente un oggetto di metallo che, inserito all’interno della fessura dove vengono messe le monete, permetteva di iniziare la giocata, mentre il denaro inserito non veniva incamerato dalle slot machine ma restituito all’utente. Il gestore, tra vincite elargite e mancate riscossioni ha potuto dimostrare l’ammanco. Ma i due avrebbero agito con lo stesso modus operandi anche in altre sale giochi della Toscana.

L’ARTICOLO COMPLETO SU AREZZONOTIZIE.IT 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomettono le slot dei bar e incassano oltre duemila euro: due denunce

PerugiaToday è in caricamento