Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Post sisma, i dati dei geologi: la Piana di Castelluccio si è abbassata dopo le scosse

La mappa della deformazione del terreno ottenuta dai dati COSMO-SkyMed evidenzia un importante abbassamento medio di tutta l'area dell'altopiano umbro-marchigiano

Nuovi dati satellitari sul terremoto del 24 agosto e sulla sequenza post-sisma che lo caratterizza. Il dipartimento di protezione civile sta coordinando l’attività di studio delle deformazioni del suolo che stanno caratterizzando in particolare il settore umbro della piana di Castelluccio, attività svolta dai ricercatori del CNR e dall’INGV, con il supporto dell’agenzia spaziale italiana (ASI). I primi risultati ottenuti dal team CNR-INGV grazie all’uso dei dati radar del satellite giapponese ALOS 2 e dei satelliti europei Sentinel-1 del Programma Europeo Copernicus, sono stati implementati grazie ai risultati ottenuti dai sensori della costellazione italiana COSMO-SkyMed, sviluppata dall'ASI in cooperazione con il Ministero della Difesa. 

 “Tali risultati forniscono informazioni sulle deformazioni del suolo con grande dettaglio spaziale, grazie alle elevate risoluzioni del sistema COSMO-SkyMed, e possono quindi essere particolarmente rilevanti per lo studio dei processi geologici e geofisici in atto”, spiega Riccardo Lanari, direttore del CNR-IREA.  La mappa della deformazione del terreno ottenuta dai dati COSMO-SkyMed evidenzia un abbassamento  medio della Piana di Castelluccio superiore ai 16 cm cui si aggiunge una deformazione localizzata legata ad un fenomeno di instabilità del fianco occidentale del Monte Vettore, antistante l’abitato di Castelluccio.

 Lo stesso Monte Vettore è interessato da un abbassamento della dorsale occidentale e da discontinue ma estese fratture longitudinali legate alla attività sismica, che si rinvengono per diversi km.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Post sisma, i dati dei geologi: la Piana di Castelluccio si è abbassata dopo le scosse

PerugiaToday è in caricamento