Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Simula il furto dell'auto dopo l'incidente: beccato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza e processato

Simulazione di reato, omissione di soccorso e violazioni al codice della strada le contestazioni

Un uomo è finito sotto processo con l’accusa di aver simulato il furto dell’auto per non rispondere di un incidente stradale.

L’imputato, difeso dall’avvocato Andrea Bellachioma, si sarebbe messo alla guida dopo aver bevuto un po’. Sulla strada del ritorno non avrebbe rispettato la precedenza a un incrocio, provocando un incidente con un’auto che sopraggiungeva.

Nel sinistro gli occupanti dell’altra vettura riportavano lievi ferite, ma l’imputato non si sarebbe fermato a prestare soccorso. Anzi, sceso dalla vettura, si sarebbe allontanato dal luogo dell’incidente.

Sapendo che lo avrebbero rintracciato attraverso il numero di targa e i documenti dell’auto, si presentava in caserma per denunciare il furto della vettura.

Le forze dell’ordine, però, nel ricostruire la dinamica dell’incidente, acquisivano anche i filmati delle telecamere di sorveglianza e nelle immagini si vedeva benissimo l’imputato scendere dalla vettura dopo l’incidente e allontanarsi.

La Procura di Perugia lo ha portato davanti al giudice con l’accusa di simulazione di reato, per la denuncia del furto della vettura, omissione di soccorso e altre violazioni al codice della strada.

L’imputato ha chiesto di poter usufruire della messa alla prova, andando a svolgere delle ore di lavoro di pubblica utilità presso la Croce rossa italiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simula il furto dell'auto dopo l'incidente: beccato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza e processato
PerugiaToday è in caricamento