menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso dalla Polizia a dormire in un parcheggio, tenta invano la fuga nel bosco: in carcere un 32enne ricercato

Sull'uomo, bloccato dagli agenti della Volante di Perugia, pendeva un ordine di custodia cautelare per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Una brutta sorpresa al risveglio per un 32enne tunisino sorpreso dagli agenti della squadra Volante di Perugia a dormire nascosto dietro a una macchina nei pressi delle casse automatiche del parcheggio Sant'Antonio. Alla vista dei poliziotti, intervenuti su disposizione della sala operativa della questura, l'uomo si è dato immediatamente alla fuga, danneggiando la sbarra di uscita del parcheggio e dimostrando un'abilità fuori dal comune nello scavalcare le recinzioni.

Guadagnata la strada, il fuggitivo si è diretto verso il bosco sottostante e ha cercato così di far perdere le proprie tracce tra la vegetazione. Gli agenti però, intrapreso l’inseguimento, sono riusciti a raggiungerlo e a bloccarlo prima, poi ad identificarlo nonostante fosse privo di documenti di identità. Senza fissa dimora e con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in merito a sostanze stupefacenti, il 32enne è stato inoltre trovato in possesso di una candela di accensione motore, oggetto spesso utilizzato dai criminali per infrangere i vetri.

Ad un più approfondito controllo infine è risultato a suo carico un ordine di custodia cautelare per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con il quale risultava revocato l’obbligo di firma e in sostituzione si disponeva la misura cautelare in carcere. Messo al corrente il pubblico ministero di turno, gli agenti lo hanno così condotto presso il carcere di Capanne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento