rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Dà in escandescenza negli uffici della Prefettura, poi calci e pugni ai carabinieri: condannato

L'uomo, 24enne senza fissa dimora, è stato processato per direttissima a Perugia

Prima le richieste pressanti e aggressive nei confronti delle impiegate, poi i calci e i pugni ai Carabinieri intervenuti per fermarlo. È successo presso gli Uffici di Cittadinanza della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Perugia in via Cavour, dove un 24enne gambiano senza fissa dimora e con precedenti di polizia si è presentato per reclamare con prepotenza la corresponsione di alcuni benefici economici derivanti dalla propria condizione di immigrato (in realtà non dovuti), turbando così la regolarità del servizio pubblico.

Alla vista dei militari intervenuti l'uomo ha poi dato in escandescenza e li ha colpiti prima di essere reso inoffensivo anche mediante l’utilizzo dello spray urticante: escoriazioni e contusioni guaribili in 3 giorni per uno dei carabinieri, mentre il gambiano - dopo il processo per direttissima (ha scelto il rito abbreviato e il patteggiamento) - è stato arrestato e condannato a 6 mesi di reclusione con pena sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenza negli uffici della Prefettura, poi calci e pugni ai carabinieri: condannato

PerugiaToday è in caricamento