Sicurezza Perugia, in arrivo forze speciali e presidi fissi

La sicurezza delle zone nel centro storico di Perugia nuovamente all'attenzione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica nella riunione odierna

Dopo il grave episodio di violenza verificatosi nel centro storico cittadino, torna a riunirsi il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto, Enrico Laudanna.

Presenti, oltre al Sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, l’assessore della Provincia, Stefano Feligioni, il Questore Nicolò D’Angelo, il Vice Comandante Provinciale dei Carabinieri Pierugo Todini, i Comandanti della Guardia di Finanza, Vincenzo Tuzi, e del Corpo Forestale dello Stato, Gaetano Palescandolo.

Di fronte ad una vicenda, finita con il ferimento di tunisino e che pone nuovamente all’attenzione le problematiche del centro storico della città, il richiamo di Sindaco e Prefetto ad incrementare misure concrete, forti ed adeguate ha trovato la piena condivisione di tutti gli altri interlocutori.

Pur nel riconoscimento del massimo sforzo, nell’attività di prevenzione oltre che in quella investigativa, generalmente profuso dalle Forze dell’Ordine, i membri del Comitato hanno ribadito il sinergico impegno - sotto il coordinamento del Questore, Autorità provinciale tecnica di pubblica sicurezza - a contrastare col massimo rigore ogni forma di illegalità, a cominciare da quelle che destano maggiore allarme sociale, ottimizzando e rafforzando ulteriormente le strategie operative simmetricamente all’evolversi dei fenomeni criminosi.

Il Prefetto ha dato atto della già manifestatasi attenzione del Governo alle esigenze di questo territorio ed alle aspettative di sicurezza della comunità perugina, precisando che, sulla base di intese intercorse con il Ministero dell’Interno, è stata pianificata l’utilizzazione - con calendari da concordare a livello tecnico - di forze “ad alto impatto” a supporto delle misure in atto.

Il Questore ha, inoltre, assicurato il varo di un piano straordinario di intervento, con l’ausilio del Reparto Mobile di Roma, nonché il rafforzamento delle iniziative anche attraverso presidi fissi. È stata, altresì, sottolineata l’esigenza di implementare il sistema di videosorveglianza già operativo.

Il Sindaco ha sottolineato l’esistenza di unità di intenti e di impegno condiviso da parte di tutti a sostegno dell’attività delle Forze dell’Ordine, incluse le Polizie locali, assicurando il proprio consueto contributo anche in direzione di azioni più rigorose, che consentano ai cittadini di recuperare la percezione di sicurezza.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento