menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza in casa, a passeggio o in auto, ecco il vademecum dell'associazione Filosofi...amo

Realizzato in collaborazione con Massimo Pici del sindacato Siulp e consigliere comunale di Perugia con delega alla sicurezza

Piccoli consigli per la sicurezza quotidiana per strada a piedi, in auto o in casa. È quanto promosso dall’associazione Filosofi...amo in collaborazione con Massimo Pici del Sindacato unitario lavoratori di Polizia (Siulp) e consigliere comunale di Perugia con delega alla sicurezza.

Il vademecum fornisce indicazioni e consigli sui comportamenti da tenere per aumentare la sicurezza personale. Se ci si trova in casa, ad esmepio, è bene “non lasciare aperto il cancello e la porta di ingresso” e se qualcuno bussa lla porta, affermando di appartenere alle forze dell’ordine, ma non indossa la divisa, “prima di aprire chiedi di mostrarti il loro tesserino e la loro placca” per dimostrare il corpo di appartenenza. Se si presentano come addetti di enti o servizi “devono avere un tesserino di riconoscimento. Anche se ti chiamano per nome, non farti trarre in inganno, potrebbero averlo letto in qualche lettere dentro la tua cassetta o in altro modo”.

Tra i consigli anche quello di non fidarsi di chi si presenta con “un modo di fare dolce e cordiale, un bel vestito, un’esagerata disponibilità, potrebbero essere solo delle strategie per poter entrare in casa”.

Occhi anche ai pacchi, magari ordinati da un familiare? “Se non riuscite a rintracciare il familiare per aver conferma date disposizione di lasciare il pacco sul pianerottolo di casa o nell’androne del vostro condominio”. E se c’è qualcosa da pagare, bene, “non pagate mai in contanti”, fatevi lasciare il bollettino postale. Se sono piccoli, infine, “non mandate mai i vostri nipotiad aprire la porta di casa”.

I furfanti, inoltre, “cercheranno di agire sempre quando sei solo/a per evitare che possa consultarti con altri; chiederanno sempre dei soldi e in contanti; cercheranno sempre di farti prendere una decisione subito per evitare di farti riflettere o di chiedere consiglio ad altri”.

I consigli riguardano anche le situazioni all’esterno, mentre si passeggia o ci si trova al parco.

“Quando sei a piedi non tenere la borsa del lato della strada” per non favorire eventuali scippatori. Non bisogna tenere neanche la borsa a tracolla, perché se un “malintenzionato te la volesse scippare, lo farà senza scrupoli, potrebbe farti cadere e farti riportare traumi, spesso anche molto importanti che potrebbero mettere a rischio la tua vita”.

Vademecum sicurezza Filosofiamo-Siulp

Se giri per il quartiere a piedi, è importante girarsi e guardarsi attorno, “ se noti qualcuno cerca di fargli capire che ti sei accorta di lui”. I malfattori cercano bersagli facili e “agiscono sul fattore sorpresa facilitato da una vittima distratta”.

Importante non diventare un “bersaglio facile”. Quindi non farsi distrarre, occhio agli atteggiamenti amichevoli o affettuosi, potrebbero nascondere la volontà di portar via portafogli o catenine. Se ci si accorge di qualche movimento strano, non agire mai da soli, ma chiedere aiuto. Se una persona si avvicina con fare minaccioso, chiedere aiuto o rifugiarsi all’interno di un’attività.

Quando si è in fila alle casse o allo sportello postale, mai tenere la borsa aperta o i soldi in vista.

Alcune accortezze anche per chi si trova in auto. Se la vettura non ha la chiusura automatica degli sportelli, è bene chiudersi dentro appena saliti nel mezzo. Se ci si ferma per acquistare il giornale o prendere un caffè al bar, spegnere e chiudere sempre l’auto e non lasciare le chiavi dentro.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento