Cronaca

"Siamo finiti in strada. Siamo disperati": poi si sente male davanti a moglie e figli. Polizia e Comune gli trovano alloggio

Una brutta storia di nuove povertà arriva da Spoleto. Per fortuna ora tutta la famiglia ha un tetto sulla testa e del cibo, si studiano dei sostegni mirati per il futuro

"Non abbiamo più niente. Stiamo girando da giorni in cerca di aiuto perchè siamo finiti in strada. Siamo disperati": con queste parole un padre di famiglia, accompagnato dalla moglie e dai figli minorenni, si è rivolto ad un centro di accoglienza di Spoleto sperando di poter trovare vitto e alloggio. Purtroppo il centro era pieno e non c'era nessuna possibilità di trovare un posto. A quel punto il capofamiglia ha avuto un malore: sul posto oltre che il personale medico del 118 anche la Polizia di Spoleto che si è presa cura di questa famiglia disperata. Vista la difficoltà e la preoccupazione della famiglia, gli agenti si sono immediatamente attivati per cercare di trovare una soluzione alloggiativa momentanea contattando i Servizi Sociali del Comune. Non è stato facile ma dopo vari tentativi i Servizi Sociali sono riusciti a trovare ospitalità alla famiglia per un periodo di tempo in attesa di ulteriori incontri per cercare di capire come intervenire in maniera più strutturale. Il padre, dopo le cure del caso, ha raggiunto moglie e figli nell'alloggio temporaneo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo finiti in strada. Siamo disperati": poi si sente male davanti a moglie e figli. Polizia e Comune gli trovano alloggio
PerugiaToday è in caricamento