Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

"Sesso in chat con un ragazzino in cambio di soldi": arrestati la madre e un parroco

I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza del gip di Palermo nei confronti di un prete di 63 anni, che esercita il ministero nel Perugino ma è originario della provincia di Palermo

Favoreggiamento della prostituzione minorile: madre e parroco arrestati dai carabinieri. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza del gip di Palermo nei confronti di un prete di 63 anni, che esercita il ministero nel Perugino ma è originario della provincia di Palermo, e una donna di 51 anni. 

Sesso in chat con minorenni, arrestato il parroco di San Feliciano: pagava i video con i soldi delle offerte

Come anticipato da PalermoToday l’uomo si trova ora nel carcere di Spoleto, in Umbria, mentre la donna è stata sottoposta ai domiciliari a Termini Imerese. La donna, secondo la ricostruzione, avrebbe concesso che il parroco e il figlio, un minore, si collegassero in qualche videochat per compiere atti sessuali o scambiarsi foto.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, coordinati dalla Procura di Palermo, le videochiamate a sfondo sessuale sarebbero diverse e coinvolgerebbero altri bambini o ragazzini. Una di queste storie riguarda proprio la donna di 51 anni che, in alcune occasioni, avrebbe anche accettato del denaro per consentire che il figlio incontrasse, sebbene a distanza e dietro uno schermo, il sacerdote che vive in Umbria

Tanti i dettagli da ricostruire ma sui quali i carabinieri della compagnia di Termini e gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sulla vicenda. 

Lo stupore della Diocesi di Perugia 

L’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve si affida a una nota dopo l'arresto del prete: "L'Archidiocesi prende atto con stupore e dolore della notizia circa l’arresto del Sac. Vincenzo Esposito, Parroco di San Feliciano (Pg), e assicura la più completa disponibilità alla collaborazione con l’autorità giudiziaria per il raggiungimento della verità dei fatti". E ancora: "Secondo le prime informazioni raccolte dall’Archidiocesi - che al momento non ha ricevuto comunicazioni ufficiali da parte dell’autorità giudiziaria - don Vincenzo Esposito è accusato di prostituzione minorile. Al riguardo l’Archidiocesi ritiene di dover precisare che mai alcuna segnalazione è giunta all’Autorità ecclesiastica relativa ai fatti oggetto dell’indagine. Rimane comunque prioritario l’impegno ad approfondire con diligenza i fatti, applicando le indicazioni dettate dalla normativa canonica e seguire le eventuali indicazioni offerte dalla Santa Sede. L’Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Sua Eminenza Cardinale Gualtiero Bassetti, profondamente rattristato, esprime la propria vicinanza, umana e spirituale, alla comunità parrocchiale di San Feliciano e in particolare a tutti coloro che sono coinvolti nella vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sesso in chat con un ragazzino in cambio di soldi": arrestati la madre e un parroco

PerugiaToday è in caricamento