Cronaca

Sequestrata villa milionaria, nel mirino della finanza nota azienda di trasporti

L'operazione si inserisce nel contrasto ad ogni forma di illecito che costituisce una linea d'azione fondamentale nell'ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria del Corpo

Una villa padronale - classificata come “dimora storica”, immersa nel verde con annessa piscina e con tanto di ex chiesetta risalente ai primi del '700 non più aperta al culto, è stata sottoposta a sequestro preventivo, nei giorni scorsi, dai finanzieri del Comando Provinciale di Perugia, a seguito di un decreto preventivo, emesso dal gip del tribunale di Spoleto nei confronti di una società operante nel settore del commercio di autoveicoli.

Il provvedimento cautelare è stato emesso dopo che gli accertamenti dei finanzieri della Compagnia di Foligno hanno scoperto che la società, per ben due anni non aveva versato le ritenute d’acconto operate nei confronti dei propri dipendenti per un ammontare di un milione e centomila euro.

Le Fiamme Gialle hanno, così, sottoposto a sequestro l’intero complesso immobiliare di pregevole ed autentica storicità caratterizzato da 6 fabbricati – tra cui spiccano due edifici di valore storico ed architettonico quali la villa padronale e l’ex chiesetta oltre alla piscina - contornati da 12 terreni tutti nella disponibilità dell’indagato.

L’operazione si inserisce nel contrasto ad ogni forma di illecito che costituisce una linea d’azione fondamentale nell’ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria del Corpo, non solo per i profili strettamente connessi al recupero dei tributi sottratti all’Erario, ma anche perché consente di arginare la diffusione dell’illegalità nel sistema economico, a tutela delle imprese che operano nella piena e completa osservanza delle leggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata villa milionaria, nel mirino della finanza nota azienda di trasporti

PerugiaToday è in caricamento